Home»Cronaca»Scala dei Turchi assaltata nonostante il divieto, in 24 denunciati da Capitaneria e polizia di Stato

Scala dei Turchi assaltata nonostante il divieto, in 24 denunciati da Capitaneria e polizia di Stato

Pinterest Google+

Continua l’incredibile “guerra” tra forze dell’ordine e incivili/incoscienti fin troppo innamorati della Scala dei Turchi. Nello scorso week end sono state denunciate 24 persone. La marna bianca è stata letteralmente presa d’assalto e nonostante la presenza delle barriere di interdizione, dei cartelli monitori ed i totem informativi collocati a cura della Soprintendenza di Agrigento proprio questa settimana, indicanti il divieto di ingresso dovuto alla misura cautelare imposta dall’Autorità Giudiziaria, in tanti hanno violato i divieti. Sono quasi un centinaio i denunciati negli ultimi due mesi dalle forze dell’ordine, ma il messaggio pare ancora non essere arrivato a tutti. Tra sabato e domenica è stata accertata la presenza di 24 persone, provenienti da diverse località siciliane. Tra i denunciati anche due turisti svizzeri. Sono responsabili del reato di violazione dei sigilli, trasgressione punita dall’art. 349 del codice Penale con la reclusione da sei mesi a tre anni.
“Il comandante Fusco – sottolinea la Capitaneria – rinnova gli accorati appelli a non accedere al sito in violazione dei divieti, in quanto, oltre che essere pericoloso in alcuni punti, vige il provvedimento di sequestro. Invita gli operatori turistici ad operarsi per dare giuste informazioni, ricordando ai turisti che la Scala dei Turchi si può sempre ammirare e godere da diversi punti sia dalla spiaggia che dal sovrastante Belvedere, ma che attualmente vige il divieto assoluto di accedere direttamente sulla marna”.

Notizia Precendente

Turismo in crisi per il Covid e l'emergenza immigrazione, l'intervento di Picarella (Confcommercio)

Prossima Notizia

Nuovi primari (per 9 mesi) in alcuni ospedali della provincia di Agrigento